Brutto o bello che sia stato

puro questo se n’annato,

qualche novo acciacco c’ha lasciato

qualche artro è peggiorato.

 

e stasera co’ l’amici in compagnia

ripensanno a l’anno vecchio, tutto sommato

tanto brutto nun'è stato,

se alla fine l’avemo festeggiato.

 

Co’ gente de poche pretese,

pe’ facce contenti nun servono spese.

A noi arivati all’antina,

ce basta riarsasse la matina.

 

Co’ qualche doloretto se tira avanti

ricordannose l’anni  venti,

ma co’ la chiusura d’anno se fanno i conti

come stasera tutti presenti.

 

Salutamo l’anno vecchio che se ne va’

brindanno a quello novo che sta pe’ ariva’

auguranno che porti a tutti

tanta salute e serenità.

Da Giancarlo ar Canneto, 31 dicembre 1990

Poesia: Fine Anno
Ti piace questa poesia? Dammi un giudizio.

Molto
Abbastanza
Poco
Per nulla
Non so
Torna inziio pagina

 

Home Poesie Poeti Proverbi Ricette Foto Roma Amici Firme Dedica Contatti